insegnanti.html
HOMEhome.html
CHI SIAMOchi_siamo.html
LA SCUOLAscuola.html
CORSIcorsi.html
ARCHIVIOarchivio.html
CONTATTIcontatti.html
LA SALAsala.html

GIANGIACOMO COLLI

Giangiacomo Colli ha studiato recitazione alla Bottega Teatrale di Vittorio Gassman, regia e pedagogia dell’attore con Orazio Costa, si è specializzato in commedia dell’Arte con Carlo Bosoed è  figliod’arte. I materiali  d ilavoro  del  padre,  il regista Giacomo  Colli (1928-1994),  fanno  parte  dei Fondi Speciali della Biblioteca Teatrale della SIAE. Dopo essersi laureato in teatro con Ferruccio Marotti all’Università di Roma nel 1985, Giangiacomo ha conseguito un Master in Fine Arts in regia nel 1989 alla University of Hawaii, dove ha studiato anche teatro giapponese. In Italia, come attore o regista di teatro ha partecipato a circa cinquanta spettacoli ed è apparso in produzioni televisive  e cinematografiche (La veritààà di Cesare Zavattini, Hudson Hawk con Bruce Willis, la prima serie di Avanzi…).  A Roma, ha insegnato presso il Conservatorio Teatrale di Gianni Diotajuti, l’Accademia Pietro Sharoff e ha diretto per treanni il LISA-Libero Studio di Artisceniche. Nel 1994, per ilTeatro di Sardegna, ha scritto e diretto lo spettacolo educativo Dalla commedia dell’Arte  a  Goldoni: il teatro come professione, testo che è stato rappresentato con numerose repliche Italia e, in inglese, anche in Canada e negli Stati Uniti. A Brescia, sua città natale, ha poi dato vita alla propria compagnia, Attori in Corso, e ha svolto un’intensa attività per le scuole con l’Associazione Il Trucco e l’Anima, da lui creata in collaborazione con Maddalena Ischiale. Nel 1997, in Canada, all’International Drama Festival tenutosi in Newfoundland, ha ricevuto il premio come miglior attore non-protagonista per il suo ruolo in The Cabot Voyages di Mark Ceolin. Sempre in Canada, ha conseguito un dottorato in teatro alla University di Toronto con una tesi sulle due produzioni de La  tempest dirette da Giorgio Strehlernel 1948 e nel 1978. Nel 2006 si è trasferito negli Stati Uniti, dove ha insegnato recitazione, regia, storia del teatro, commedia dell’Arte e altri corsi a Franklin & Marshall College, in Pennsylvania, e a Texas State University-San Marcos. A Franklin & Marshall College ha diretto Circus Chekhov, A Flea in Her Ear, Six Characters in Search of an Author, The Rover, Harlequin: The Servant of Two Masters, The Love of Don Perlimplin and Belisa in the Garden e The Virtuous Burglar. Attualmente  Giangiacomo si divide fra l’Italia e il Nord America.  In Italia insegna per il Master in Teatro Sociale dell’Università di Roma “La Sapienza”, per l’Accademia dell’Arte di Arezzo, e per il progetto Il f-attore umano creato in collaborazione con Francesca Rizzi e Teatroavista. Negli Stati Uniti collabora con  La Fenice, una compagnia teatrale finalizzata alla divulgazione della commedia dell’Arte, e dal 2001 è direttore artitstico di Heartfeltricks, inizitiva creata per introdurre testi italiani poco conosciuti al pubblico nordamericano (Aminta di Torquato Tasso, Mary Stuart di Dacia Maraini, e The World of Harlequin, Then & Now, versione in inglese del sopra citato Dalla commedia dell’Arte A Goldoni: ilteatro come professione). Tra le sue pubblicazioni, il volume Una pedagogia dell’attore:  l’insegnamento di  Orazio Costa (Bulzoni, 1996, 2a  ed.), vari saggi ed articoli, e un capitol sull’uso della commedia dell’Arte per insegnare la lingua italiana nel volume di autori vari Set the Stage! Teaching Italian through Theater (Yale UP, 2009).È socio SIAE dal 1994.